L’incessante pioggia

Piove,
come ogni giorno di questa estate,
davanti ai miei occhi,
il lago,
che si bagna di incertezze,
attende inerme il sole,
lacrima dopo lacrima,
sperando nell’inesistente,
preoccupato del suo specchio,
dipendente dal giudizio,
rimane piccolo,
poi d’un tratto,
pensa di guardarsi dentro,
e sotto la crespa superficie,
vede la bellezza dell’io,
nella tumultuosa calma,
che succede,
ora piove col sole,
straripando,
sto diventando grande.

Matteo Piccoli

#LittlesNation

Rido alla faccia delle stelle che non vedo

Mi accendo al buio della stanza,

eccomi li, nudo, ballo mentre rido, rido così forte che quasi tutto mi scappa dalle mani.

la stanza è buia e la musica è forte, il battito mi pompa dentro il cuore.

E tutto diventa sentimento, la gioia questa sera prende il sopravvento.

Nessun rimpianto, nessuna colpa, solo strade da seguire, qualche consiglio al me codardo, e un rimprovero al me pigro, e si volta pagina continuando ad evolvere.

Mentre ballo lancio gli occhi fuori dalla finestra, le stelle mangiate dell’inquinamento le puoi solo immaginare, ed è bello anche così, tanto fanno solo notte. Io voglio la luce dell’ignoto, voglio l’energia del mondo non delle stelle.

Io solo in questo mondo a sua volta solo nell’universo.

Che tristi le richieste di aiuto dall’universo,

noi come cittadini del mondo dobbiamo lavorare per rimanere in piedi evitando di farci del male da soli lavorando sul rispetto e la salvaguardia delle regole universali,

io come abitante del mio stesso mondo devo essere a mia volta in grado di rimanere in piedi da solo, qualunque cosa accada lavorando su me stesso, sull’io interiore.

Ebbene si, mi ritrovo su un nuovo tassello di vita e mi sento un po’ a disagio, ma questo è anche il bello di uscire dalla confort zone, sto bene e rido, rido cosi’ forte che capisco di essere felice.

#LittlesNation

commentate e condividete 😉

Date un occhio anche agli altri scritti per esempio:

Agli Albori


.
Foto di Marco Sali